Come Arrivare
Auto
Aereo
Treno
Dove Pernottare
Hotel
Bed and Breakfast
Informazioni utili
Come spostarsi
Mappe
Varie
Cultura
Storia
Geografia
Arte
Cosa visitare
Chiese
Musei
Palazzi
Vie e Piazze
Gallerie d'arte
Eventi
Mostre
Varie
Dove Mangiare
Ristoranti
Bar e Caffe'
Dove Divertirsi
Cinema
Teatri
Locali notturni
Servizi
Link utili
Newsletter
Lavoro

Palazzi di Torino

Stampa Invia questa pagina ad un amico
Indice palazzi di Torino
Palazzo Madama
Palazzo Reale
Palazzo Chiablese
Palazzo Carignano
Mole Antonelliana
Borgo e Castello Medioevale
Palazzo Bricherasio
Palazzo Benso di Cavour
Palazzo Falletti di Barolo
Villa della Regina
Palazzo Saluzzo Paesana
Castello del Valentino
Palazzo Cisterna
Palazzo Lascaris
Casa Romagnano
Palazzo Birago di Borgaro
Palazzo Asinari di San Marzano
Palazzo del Senato Sabaudo
Palazzo di Cittā
Palazzo dell´Universitā
Palazzo Solaro del Borgo
Cavallerizza Reale
Villa Abegg
Villa Paradiso
Mastio della Cittadella
Castello degli Acaia
Il Lingotto
Palazzina di caccia di Stupinigi

Mole Antonelliana


Simbolo della città e ardita costruzione, fu iniziata nel 1862 da Alessandro Antonelli come tempio israelitico; dopo una sospensione, i lavori ripresero nel 1878 con la costruzione sopra la volta di una camera di granito, su cui poggiano una lanterna a due piani e quindi un cono altissimo che trasforma la pianta da quadrata in circolare.

La Mole Antonelliana
La Mole Antonelliana

Completa l'ormai altissima guglia una serie di elementi conici e cilindrici, conclusi da una cuspide di forma piramidale a base ottagonale, realizzata poi in due parti.
Un genio alato sulla guglia conclude l'opera nel 1889, quando la direzione del cantiere è passata a Costanzo Antonelli, figlio del defunto architetto.

La Mole, con i suoi 163,35 metri di altezza, è il più alto edificio in muratura del mondo.
Nell'agosto 1904 un uragano rovescia la statua, sostituita da un stella, e nel 1953 un temporale abbatte oltre quaranta metri di cuspide, sostituita nel 1958-1961 da una struttura metallica rivestita in pietra, rafforzando così anche le strutture inferiori.

All'interno un'aula a pianta quadrata è coperta da una volta a padiglione nervata; all'esterno i quattro fronti assumono una configurazione omogenea.

Un ascensore panoramico conduce al tempietto sotto la guglia, da cui si gode un bellissimo panorama della città e delle montagne circostanti.

La Mole attualmente è sede del museo Nazionale del Cinema.

Informazioni:
Indirizzo: Via Montebello 20
Telefono: 011.81.38.560 - 011.81.38.561 (museo Nazionale del Cinema)
Calcola il percorso
Hotel vicino alla Mole Antonelliana