Ciao [NAME]! Questa è la Newsletter di Giugno 2006

Un grande saluto a tutti gli amici di VisitaTorino!

Questo mese la vera protagonista è la musica: giovedì primo giugno partono due grandi rassegne estive, Colonia Sonora alla Certosa Reale di Collegno e il Chicobum Festival al Parco Chico Mendes di Borgaro.
Dal 23 al 25 giugno si terrà invece allo Spazio 211 (Via Cigna 211 a Torino) L'Emersione Festival 006, l'appuntamento annuale con la musica indipendente ed emergente, piemontese ed italiana.
Non solo musica ma anche teatro, cultura e divertimento: da giovedì 15 giugno comincia la rappresentazione al Teatro Regio del Don Carlo di Giuseppe Verdi, in un allestimento firmato da Hugo de Ana e frutto di un'importante coproduzione fra Teatro Regio di Torino, Teatro Real di Madrid e Teatro Carlo Felice di Genova.
A Palazzo Bricherasio si è aperta il 26 maggio la mostra "Vuoto nel pieno", esposizione delle opere di Minjung Kim che fanno parte del ciclo di grandi dipinti astratti, policromi e neomodernisti.
Il Vespa Club Torino, organizza dal 15 al 18 giugno l'Eurovespa 2006, con l"apertura di una mostra ed una sfilata per le vie del centro città dedicate al "mito" della Vespa, il famoso scooter che è stato interprete ed espressione della società ed un modo d'essere.
Concludiamo con il ricordare che il 24 giugno ricorre la tradizionale festa di San Giovanni Battista, patrono della città di Torino. Fuochi d'artificio, spettacoli musicali, mercatini, esibizioni sportive, sfilate in costume e altro ancora: un programma ricco di manifestazioni organizzate in strade e piazze del centro storico cittadino per festeggiare il santo patrono.
Dai primi giorni di giugno e per tutta l'estate ritornano i Torino Punti Verdi, 500 appuntamenti d'arte, divertimento e svago tra le suggestive ambientazioni dei parchi cittadini.
Tra le oasi predisposte, in un progetto coordinato con le circoscrizioni, segnaliamo: il Punto Verde Giardini Reali, Punto Verde Identità e Differenza (presso la sede del Centro Interculturale) e il Punto verde Colletta. Per maggiori informazioni consultare il sito http://www.torinocultura.it

Ricordiamo inoltre ai nostri lettori di consultare anche le sezione "Mostre" e "Varie" del sito VisitaTorino per gli eventi dell'ultima ora o per quelli già in corso di svolgimento.


Colonia Sonora

Dal primo giugno al 27 agosto torna l'undicesima edizione di Colonia Sonora, che da rassegna di rock e cabaret si trasforma in "Festival di musica resistente". Resistente, spiega l'agenzia che organizza l'evento, agli stereotipi del pop usa e getta che all'usura del tempo.
Accanto all'arena dove si svolgeranno i concerti sorgerà per la prima volta un vero e proprio villaggio, ricco di stand commerciali, bancarelle di artigianato, spazio bimbi, opportunità di ristorazione e ballo, con ben tre discoteche destinate a latino, rock e commerciale.


Informazioni
Dove: Parco della Certosa Reale, Collegno
Telefono: 011.535.529
Sito Internet: http://www.coloniasonora.com
E-mail: info@coloniasonora.com
Orario e biglietterie: vedere su: http://www.coloniasonora.com/info.htm
Programma: vedere su http://www.abusedmedia.it/coloniasonora/calendario.htm
Periodo: dal 1 giugno al 27 agosto 2006


Chicobum Festival

Torna dal primo giugno al 29 luglio al parco Chico Mendes di Borgaro Torinese il "Chicobum Festival", il tradizionale appuntamento dedicato alla musica dal vivo, alla discoteca a cielo aperto ed al teatro d'improvvisazione, immergendo tutto in un villaggio del tempo libero ricco di opportunità di ristoro, stand commerciali, artigianato e animazione.
A richiamare l'attenzione è in prima battuta il programma dei concerti, che come sempre alterna star internazionali a formazioni nostrane, con particolare attenzione per il rock, la world music, i suoni di matrice black e le più arcigne tendenze metalliche.


Informazioni
Dove: Parco Chico Mendes, Borgaro Torinese
Telefono: 011.819.43.47
Internet: http://www.chicobumfestival.com
E-mail: info@barrumba.com
Orario e biglietterie: vedere su http://www.barrumba.com/chicobum/tickets/index.php
Programma: vedere su http://www.barrumba.com/chicobum/programma/index.php
Periodo: dal 1 giugno al 29 luglio 2006




Emersione Festival 006

Emersione Festival 006 è l'appuntamento annuale con la musica indipendente ed emergente, piemontese ed italiana. Un osservatorio su ciò che è più interessante ed innovativo nel campo del rock italiano. All'evento partecipano gruppi musicali che durante l'anno sono stati segnalati dalle iniziative musicali di Torino e del Piemonte, coordinate dalla Città o in collegamento con essa, ed in più degli ospiti nazionali.
L'evento prevede: concerti, proiezione di videoclip ed eventi videomusicali, incontri con musicisti ed esperti del settore su temi musicali e dello spettacolo, "aperitivo rock" gratuito, mostra-mercato della musica indipendente, altre attività artistiche e musicali.


Informazioni
Dove: Spazio211 - via Cigna 211, Torino
Sito Internet: http://www.emersionefestival.it
E-mail: info@spazio211.com
Orario: ogni giorno dalle ore 21.00
Periodo: il 23, 24, 25 giugno 2006



Don Carlo

Din Carlo Da giovedì 15 giugno sarà in scena il Don Carlo di Giuseppe Verdi, in un allestimento firmato da Hugo de Ana e frutto di un'importante coproduzione fra Teatro Regio di Torino, Teatro Real di Madrid e Teatro Carlo Felice di Genova.
Già nel 1850 era stato proposto a Giuseppe Verdi di musicare il Don Carlos di Schiller, ma il compositore non aveva accettato. Nel 1863 è a Madrid per la prima spagnola della Forza del destino, visita l'Escorial e scrive: «È severo, terribile come il feroce sovrano che l'ha costruito». Filippo II diventerà il protagonista del suo Don Carlos, scritto per l'Opéra di Parigi, e che andrà in scena nella versione in cinque atti (e il balletto "La Pérégrina") l'11 marzo 1867.
Già per la prima parigina Verdi fu costretto a operare dei tagli perché l'opera era troppo lunga e bisognava terminare in tempo perché il pubblico potesse prendere i treni che collegavano Parigi con i sobborghi. Poi Verdi ne realizzò una versione in quattro atti in italiano che venne presentata alla Scala il 10 gennaio 1884. E ne esiste anche una versione italiana in cinque atti (senza balletto) presentata a Modena nel 1886. L'edizione presentata dal Regio è quella italiana in quattro atti.


Informazioni
Dove: Teatro Regio - Piazza Castello 215, Torino
Telefono: 011.881.51
Fax: 011.881.52.14
Internet: http://www.teatroregio.torino.it
E-mail: info@teatroregio.torino.it
Orario e biglietteria: vedere su http://www.teatroregio.torino.it/biglietteria/index.htm
Tariffe: vedere su http://www.teatroregio.torino.it/biglietteria/0607/big_prezzi.htm
Periodo: da giovedì 15 giugno a domenica 2 luglio 2006



Vuoto nel pieno

Vuoto nel Pieno Grandi dipinti astratti, policromi e neomodernisti sembrano, a prima vista, le opere di Minjung Kim che fanno parte del ciclo "Vuoto nel pieno". Già, sembrano, perché, a ben guardare, questi fantasmagorici lavori sono eseguiti oltre che col pennello anche bruciando col fuoco sottili fogli di carta colorata, in modo da ottenere tante forme circolari di svariate dimensioni.
Questi cerchi multicolori Min Jung Kim li incolla poi uno sull'altro in sequenze concentriche, dal più piccolo al più grande, che assumono nell'insieme l'aspetto di un delicato fiore i cui petali, osservati da vicino, sono disegnati dalle bruciature impresse dal fuoco sul bordo di ogni singolo pezzo di carta.
Disposte una accanto all'altra su un foglio di carta di riso, le corolle policrome formano una texture astratta, una sorta di visione psichedelica dall'effetto ipnotico.
Le "carte" di Kim mantengono una cifra orientale, tanto da poter essere considerate dei palinsesti il cui segno grafico, sia quello tracciato dal fuoco, sia quello a inchiostro, non tradisce la delicatezza connaturata alla pittura giapponese, cinese e coreana.
Kim è nata in Corea del Sud e da giovanissima ha studiato pittura con grandi maestri calligrafi, a 25 anni si è trasferita a Milano e qui ha continuato gli studi frequentando l'Accademia di Belle Arti di Brera, dove lo studio dell'arte occidentale ha contribuito a maturare la sua consapevolezza artistica. La sua opera si nutre della filosofia del Tao e, negli ultimi tempi, si è incentrata sulla ricerca del vuoto nel pieno e sulle interrelazioni tra le diverse forme della manifestazione cosmica.


Informazioni
Dove: Palazzo Bricherasio - Via Lagrange 20, Torino
Telefono: 011.571.18.11 (Fondazione Palazzo Bricherasio)
Fax: 011.571.18.50
Internet: http://www.palazzobricherasio.it
E-mail: ufficiostampa@palazzobricherasio.it
Orario: martedí, mercoledí, venerdí, sabato e domenica dalle 15.30 alle 22.30; giovedí dalle 10.30 alle 22.30; lunedí chiuso
Tariffe: intero 7 €; ridotto 5 €
Periodo: dal 26 maggio al 2 luglio 2006



Eurovespa 2006

EuroVespa 2006 La Vespa non è un semplice scooter ma un "mito". Di più, un modo di essere. Un oggetto cult. Dalla Dolce Vita e le Vacanze Romane a "chi vespa mangia le mele", la Vespa è stata interprete ed espressione della società. Un oggetto cult, che trascende la sua corporeità per diventare un'idea. Vespa nasce nella primavera del 1946 dall'intuizione di Enrico Piaggio e dal progetto di Corradino D'Ascanio, geniale progettista aeronautico.
Nell'aprile 1946 i primi 15 esemplari escono dallo stabilimento di Pontedera. Il Vespa Club Torino nasce nel 1949 su iniziativa di un gruppo di amici che riescono ad intravedere nella "vespa" tutte quelle caratteristiche e quei valori che l'hanno resa, ieri come oggi, un "mito".
Sabato 17 giugno 2006 i partecipanti ad Eurovespa e la Città di Torino saranno invitati a partecipare allo spettacolo di gala organizzato nella centralissima Piazza San Carlo, il "salotto di Torino" appena ristrutturato. La scaletta prevede l'esibizione di diversi artisti di fama internazionale e la Vespa e i vespisti saranno protagonisti.
In concomitanza all'evento, sarà allestita in un palazzo storico nel cuore di Torino la mostra dal titolo "Vespa, 60 anni di storia". La struttura accoglierà in una adeguata cornice scenografica tutti i modelli di Vespa particolarmente significativi a partire dalla Vespa 98 del 1946 alla recentissima GTS.
La scenografia espositiva sarà completata con elementi multimediali.
Per volere della Città di Torino la mostra resterà aperta per un periodo variabile da tre a cinque settimane.


Informazioni
Internet: http://www.eurovespa2006.it
Programma: vedere su http://www.eurovespa2006.it/programma.htm
Periodo: il 16, 17, 18 giugno 2006