Ciao [NAME]! Questa è la Newsletter di Febbraio 2007

Un grande saluto a tutti gli amici di VisitaTorino!

Da poco terminate le emozioni con le Universiadi Invernali, torna il 3 ed il 4 febbraio all'Oval Lingotto il grande Speed Skating con la gara di Coppa del Mondo di pattinaggio di velocità.

Per l'arte segnaliamo a Palazzo Bricherasio la mostra curata da Francesca Dini "I Macchiaioli. Il sentimento del vero", che propone un itinerario di oltre cento opere, articolato in otto sezioni, volto a studiare l'originale e rigoroso rapporto dei Macchiaioli con "i princìpi del vero".

All'interno di Palazzo Madama, restaurato e da poco aperto il pubblico, il museo Civico di Arte Antica propone dal 26 febbraio la mostra storica dal titolo "Sulla via di Alessandro. Da Seleucia al Gandhara", che illustra le vicende culturali, artistiche, politiche e economiche dell'Asia dopo le conquiste di Alessandro Magno.

Il teatro vede in scena all'Alfieri dal 13 al 18 febbraio la "Morte di un commesso viaggiatore" di Arthur Miller, una delle pietre miliari del teatro contemporaneo, in cui si fondono alla perfezione i temi più cari al drammaturgo americano.

Ricordiamo inoltre ai nostri lettori di consultare anche le sezione "Mostre" e "Varie" del sito VisitaTorino per gli eventi dell'ultima ora o per quelli già in corso di svolgimento.


Speed Skating

Speed Skating Dopo le emozioni Olimpiche di Torino 2006, torna all'Oval Lingotto il grande Speed Skating con la gara di Coppa del Mondo di pattinaggio di velocità. Tute aderentissime, posizione accovacciata aerodinamica, propulsione potente del corpo e ricerca della tecnica perfetta per coprire distanze comprese fra 500 e 10.000 metri: queste sono le caratteristiche di questa disciplina che, forse ancora poco conosciuta e praticata in Italia, costituisce una buona occasione per sportivi e curiosi di avvicinarsi a questo sport.
Un'ultima curiosità: i pattinatori delle gare di velocità sfrecciano su lame larghe appena 1,2 mm, lungo un percorso ovale di 400 metri, raggiungendo velocità di 60 km/h.


Informazioni
Dove: Oval Lingotto - Via Nizza 330, Torino
Internet: http://www.speedskating-torinoval2007.org/index.html
E-mail: info@speedskating-torinoval2007.org
Biglietteria Online: i biglietti possono essere acquistati su http://www.vivaticket.it/
Periodo: dal 3 al 4 febbraio 2007




Morte di un commesso viaggiatore

Morte di un commesso viaggiatore Dal 13 al 18 febbraio 2007 è di scena un classico del teatro contemporaneo: "Morte di un commesso viaggiatore", piece scritta da Arthur Miller nel 1949 e allestita nello stesso anno con la regia di Elia Kazan, in cui si fondono alla perfezione i temi più cari al drammaturgo e a una certa parte dell'intellighenzia americana, a pochi passi dal baratro del maccartismo: i conflitti familiari, la responsabilità etica individuale e la critica a un sistema economico e sociale spietato e spersonalizzante. Capolavoro assoluto, è riconosciuto unanimemente come tale dalla critica che gli ha attribuito numerosi premi, fra cui il prestigioso Pulitzer.
Nei panni di Willy Loman si sono avvicendati artisti come Lee J. Cobb, Paul Muni, Dustin Hoffmann, mentre tra gli allestimenti italiani ricordiamo quello storico diretto da Giorgio De Lullo al Teatro Eliseo di Roma nel febbraio 1951, con Paolo Stoppa, Rina Morelli, Marcello Mastroianni. In questa nuova edizione, diretta da Marco Sciaccaluga, Eros Pagni presta il volto al protagonista Willy; insieme a lui sono in scena Orietta Notari, sua moglie Linda, Gianluca Gobbi e Aldo Ottobrino, i figli Biff e Happy. Loman è un uomo moderno che si confronta con la tragicità della vita e con il tabù contemporaneo - incompatibile con il way of life americano - dell'infelicità. La sua famiglia non si è realizzata in nessun modo e vive una precarietà sociale ed emotiva che ne mina da tempo l'equilibrio: nello sgretolarsi delle poche sicurezze economiche di Willy, l'azione precipita verso un tragico ed inesorabile finale.


Informazioni
Dove: Teatro Alfieri - Piazza Solferino 2, Torino
Telefono: 011.562.38.00
Internet: http://www.teatrostabiletorino.it
E-mail: info@teatrostabiletorino.it
Biglietteria Online: http://www.teatrostabiletorino.it/view.php?ID=34&folder=21&lang=ita
Periodo: dal 13 al 18 febbraio 2007




I Macchiaioli

I Macchiaioli La mostra, curata da Francesca Dini, propone un itinerario di oltre cento opere, articolato in otto sezioni, volto a studiare l'originale e rigoroso rapporto dei Macchiaioli con "i princìpi del vero".
La prima sezione (Origine e affermazione della "macchia") esemplifica con noti capolavori di Telemaco Signorini, Serafino De Tivoli, Vito D'ancona, Giovanni Fattori, Raffaello Sernesi, l'invenzione della "macchia", strumento ed emblema del movimento dei realisti toscani.
La seconda sezione (Castiglioncello e Piagentina, realtà e lirica del paesaggio) introduce al momento più poetico della storia dei Macchiaioli come movimento unitario.
La terza sezione (L'epica del quotidiano) ruota attorno al ritrovato capolavoro di Telemaco Signorini L'alzaia, oggi proprietà di una collezione inglese, e raggruppa splendidi dipinti (di Fattori, Borrani, Abbati, Lega) esemplificativi di quella sublimazione del tema lavoro e della realtà della vita quotidiana italiana del tempo che è dimensione primaria di questi nostri pittori.
La quarta sezione (Presagi di Naturalismo nella pittura dei Macchiaioli) si raccoglie attorno alla magnifica Ave Maria di Fattori, non più visto da oltre cinquant'anni, attestando l'insinuarsi nella poetica dei Nostri di inevitabili influenze internazionali, che contemperano da un lato la pittura dei campi di Jules Breton e dall'altro il caldo olandesismo degli interni di Alfred Stevens e di James Tissot.
La quinta sezione (La declinazione "gentile" del vero) documenta l'impegno di artisti macchiaioli della seconda generazione ad una trascrizione "oggettiva" del vero che, depotenziando i valori di sintesi e di tensione etica della precedente produzione macchiaiola approda dopo il 1870 ad un fare più piacevolmente narrativo. Sono esposte le opere di Francesco Gioli , Niccolò Cannicci , Egisto Ferroni.
A partire dagli anni Ottanta i capiscuola macchiaioli, pur rimanendo fedeli ai temi precipui del Realismo, tendono a sviluppare percorsi individuali, Signorini privilegiando il "carattere" nella tipizzazione dei volti di Riomaggiore (Sesta sezione, Il "carattere" di Signorini); Lega accentuando la spiritualità delle sue donne del Gabbro (Settima sezione, il "Sentimento" di Lega; Fattori esprimendo con rigore nel verismo integrale dei grandi quadri maremmani, il sentimento di appartenenza alla civiltà della sua terra (Ottava sezione: la "verità" di Fattori).
E' attraverso questi tre grandi maestri che l'eredità dei Macchiaioli si consegna al Novecento.


Informazioni
Dove: Palazzo Bricherasio - Via Lagrange 20, Torino
Telefono: 011.571.18.11 (Fondazione Palazzo Bricherasio)
Fax: 011.571.18.50
Internet: http://www.palazzobricherasio.it
Orario: martedì, mercoledì, venerdì, sabato e domenica dalle ore 15.30 alle 22.30; giovedì dalle ore 10.30 alle 22.30; lunedì chiuso
Tariffe: biglietto intero 7 €, ridotto 5 €
Periodo: dal 16 febbraio al 10 giugno 2007



Sulla Via di Alessandro

Busto di Seulecio I Nicatore La mostra si propone di illustrare le vicende culturali, artistiche, politiche e economiche dell'Asia dopo le conquiste di Alessandro Magno e, in particolare, l'incontro della civiltà ellenistica con quella mesopotamica, quella iranica e quella del subcontinente indiano, focalizzando l'attenzione sull'arte della Babilonia, con particolare riferimento alla città di Seleucia al Tigri, e sull'arte del Gandhara, regioni che costituiscono la nostra maggiore fonte di informazione sulla situazione tra il IV sec. a.C. e il III d.C. dei territori appartenuti al Macedone.
Queste due aree inoltre furono, e ancora sono, oggetto di importanti ricerche italiane da quando l'Istituto Italiano per il Medio ed Estremo Oriente (oggi IsIAO) e il Centro Ricerche Archeologiche e Scavi di Torino per il Medio Oriente e l'Asia promossero estese campagne sul terreno, il primo nel 1956 nella regione dello Swat, il secondo nel 1963 a Seleucia al Tigri, nell'attuale Iraq.


Informazioni
Dove: Museo di Arte Antica - Piazza Castello, Torino
Telefono: 011.443.35.01
Internet: http://www.palazzomadamatorino.it
Orario: da martedì a venerdì e domenica dalle ore 10.00 alle ore 18.00; sabato dalle ore 10.00 alle ore 20.00; chiuso il lunedì
Tariffe: biglietto intero 7,5 €; ridotto 6 €
Periodo: dal 27 febbraio al 27 maggio 2007