Ciao [NAME]! Questa è la Newsletter di Ottobre 2007

Un grande saluto a tutti gli amici di VisitaTorino!

Terminata da poco la stagione estiva e le attività all'aria aperta (pensiamo ai Torino Punti Verdi, alla rassegna musicale Gong ed al concerto Traffic Torino Free Festival), tornano ad ottobre nuovi appuntamenti importanti: l'inaugurazione della stagione d'opera del Teatro Regio di Torino con l'opera Falstaff; numerose mostre d'arte e la decima edizione del Festival Cinemambiente.

Il MIAAO (Museo Internazionale delle Arti Applicate Oggi) ci propone dal 6 ottobre "Astronave Torino-Turin Spaceship Company", la mostra che segna la fase di "decollo" verso "Afterville", rassegna di manifestazioni ufficialmente collegate al prossimo Congresso Mondiale degli architetti UIA Torino 2008.

La GAM di Torino invece, a partire dal 9 ottobre, organizza un'esposizione dal titolo "Collage/Collages dal Cubismo al New Dada", ovvero un ciclo di progetti espositivi dedicati all'arte del Novecento.

La Fondazione Sandretto Re Rebaudengo rafforza il suo impegno ad aprire le porte di una importante collezione internazionale presentando dal 23 ottobre 2007 al 6 gennaio 2008 nella sede di Via Modane 16 a Torino: "STOP & GO. Nuovi Video della Collezione Sandretto Re Rebaudengo", le più recenti acquisizioni di video provenienti dalla Collezione Sandretto Re Rebaudengo.

Ed infine per il cinema segnaliamo lo svolgimento dall'11 al 16 ottobre del decimo "Festival Cinemambiente", il più importante appuntamento cinematografico italiano a tematica ambientale.

Ricordiamo inoltre ai nostri lettori di consultare anche le sezione "Mostre" e "Varie" del sito VisitaTorino per gli eventi dell'ultima ora o per quelli già in corso di svolgimento.


Afterville

Afterville Astronave Torino-Turin Spaceship Company, è questo il titolo della mostra che si apre al MIAAO il 6 ottobre 2007 e che segna il take-off, la fase di "decollo" verso Afterville, rassegna di manifestazioni ufficialmente collegate al prossimo Congresso Mondiale degli architetti UIA Torino 2008, dedicata alle interferenze concettuali e figurative tra il pensiero progettuale e l'immaginario della fantascienza nel XX secolo.
Progetto ideato per la Fondazione OAT da Undesign, Michele Bortolami e Tommaso Delmastro con Fabrizio Accatino e Massimo Teghille, Afterville diviene un marchio "ombrello" sotto il quale si svolgeranno molti eventi e mostre, con diversi curatori e partecipanti, a partire dall'ottobre 2007 sino a tutto il 2008.
Come "anteprima" e vernissage di questo ciclo di eventi, sino al 6 gennaio 2008 il Museo Internazionale delle Arti Applicate di Torino allestirà la mostra Astronave Torino, che descrive secondo un progetto ideato da Enzo Biffi Gentili un particolare sviluppo del tema della città futura o post-città, attraverso la ricostruzione di momenti inediti o rimossi di ricerche e sperimentazioni "spaziali", nel significato più vasto del termine, nei settori dell'architettura, della pittura, del design e dell'artigianato metropolitano, tutte collegate direttamente o indirettamente ad una "eccentrica" storia culturale di Torino.
L'esposizione sarà integrata da una sezione di opere in vendita intitolata Ship e Shop, che poi diverrà parte integrante della mostra mercato Christmas Crafts, allestita nella Galleria Sottana del MIAAO dal 1 dicembre 2007 al 6 gennaio 2008, e sarà così possibile comprare artefatti "alieni".


Informazioni
Dove: MIAAO - Via Maria Vittoria 5, Torino
Info mostre: Studio De Angelis
Telefono: 02.324.377 - 338.727.28.46
E-mail: torino@deangelispress.it
Orario: da martedì a venerdì dalle ore 16.00 alle 19.30, sabato e domenica dalle ore 11.00 alle ore 19.00; lunedì chiuso
Tariffe: ingresso libero
Periodo: dal 6 ottobre 2007 al 6 gennaio 2008




Falstaff

Falstaff Una fase di vigorosa espansione con il nuovo Direttore musicale Gianandrea Noseda, l'aumento delle recite complessive e un ulteriore innalzamento della cifra - già record - di abbonati, sono le positive premesse della Stagione che si apre Domenica 7 Ottobre alle ore 19 con Falstaff, l'ultima opera di Giuseppe Verdi, nel bellissimo allestimento che porta la firma di Pier Luigi Pizzi. A dirigerlo è, ovviamente, il maestro Gianandrea Noseda. In scena un cast straordinario con Ruggero Raimondi nel ruolo del titolo, Barbara Frittoli, Natale De Carolis e Francesco Meli. Il Coro è diretto come di consueto da Claudio Marino Moretti.
Tratto dalla commedia Le allegre comari di Windsor e dal dramma Enrico IV di William Shakespeare, il libretto di Falstaff versificato da Arrigo Boito costituisce un gioiello letterario e drammaturgico di tale perfezione che l'ottuagenario Verdi, per la prima volta nella sua lunghissima carriera, ne rimase soddisfatto senza riserve. Tre anni all'incirca il tempo impiegato per comporre, in tutta tranquillità e senza alcun termine di consegna, la sua ultima fatica, andata in scena a Milano nel 1893 e da allora mai più esclusa dal repertorio operistico internazionale.

Informazioni
Dove: Teatro Regio - Piazza Castello 215, Torino
Telefono: 011.8815.557
Fax: 011.8815.214
Internet: http://www.teatroregio.torino.it
E-mail: info@teatroregio.torino.it
Orario e biglietteria: vedere su http://www.teatroregio.torino.it/biglietteria/index.htm
Tariffe: vedere su http://www.teatroregio.torino.it/biglietteria/0607/big_prezzi.htm
Periodo: dal 7 al 24 ottobre 2007




Collage/Collages

Collage/Collages Nell'ambito di un ciclo di progetti espositivi dedicati all'arte del Novecento, introdotto dalla mostra internazionale Metropolis. La città nell'immaginario delle avanguardie 1910-1920 che ha ottenuto un ampio consenso di visitatori e di critica proponendo un percorso filologicamente rigoroso, la GAM - Galleria d'Arte Moderna e Contemporanea di Torino organizza una seconda esposizione dal titolo "Collage/Collages dal Cubismo al New Dada", a cura di Maria Mimita Lamberti - docente di Storia dell'Arte Contemporanea all'Università di Torino -, Maria Grazia Messina - docente di Storia dell'Arte Contemporanea all'Università di Firenze - e Pier Giovanni Castagnoli, Direttore della GAM.
Questa mostra intende proporre al pubblico una lettura storica della tecnica del collage, nata dalla sperimentazione di Pablo Picasso e Georges Braque e largamente accettata dalle altre avanguardie, dai futuristi italiani ai dadaisti, come il mezzo più immediato e coerente per partecipare alle tensioni polemiche della contemporaneità. Partendo da questa premessa il percorso attraverserà la vicenda artistica del XX secolo, dagli anni Dieci ai primi anni Sessanta, per verificare la fecondità e la tenuta espressiva di una tecnica in apparenza banale e fragile ma in realtà disponibile a sofisticate diffrazioni di significati: dalle provocazioni dada alle impertinenze surrealiste, fino alle contaminazioni linguistiche più recenti, su uno scenario progressivamente ampliato dall'Europa agli Stati Uniti.

Informazioni
Dove: Galleria d'Arte Moderna - via Magenta 31
Telefono: 011.442.96.10
Fax: 011.442.95.50
Internet: http://www.gamtorino.it
E-mail: gam@fondazionetorinomusei.it
Orario: dal martedì alla domenica dalle ore 10.00 alle ore 18.00; lunedì chiuso
Tariffe: intero € 7.50; ridotto € 6.00.
Periodo: dal 9 ottobre 2007 al 6 gennaio 2008



10° Festival CinemAmbiente

10° Festival CinemAmbiente CinemAmbiente, nato a Torino nel 1998 con l'ambizione di far crescere attraverso il cinema la cultura dell'ambiente, vuole essere anzitutto festival nel senso di festa, dove vedere i migliori film dell'anno a tematica ambientale, assistere a dibattiti, a momenti di riflessione che proseguano nel territorio o nelle scuole.
Nella visione di cinema del festival, i film sull'ambiente non sono solo i documentari in stile televisivo, ma i cartoni animati sull'inquinamento, le inchieste sulla deforestazione, sulle ecomafie, i film sulle guerre, i lavori poetici di famosi registi come De Seta, Quilici, Flaherty e Ivens.
Pioniere dei festival a tematica ambientale, CinemAmbiente nel corso delle edizioni è cresciuto fino a diventare la principale manifestazione italiana, organizzando - al di là delle giornate del festival - eventi cinematografici e giornate a tema anche in altre città.
A livello internazionale CinemAmbiente fa parte del Coordinamento Europeo dei Festival Cinematografici ed è promotore dell'Environmental Film Festival Network, associazione che raggruppa i più importanti festival internazionali a tematica ambientale.
Anche quest'anno le sezioni competitive del festival saranno tre: Concorso internazionale documentari, Concorso italiano documentari e Concorso internazionale film d'animazione.


Informazioni
Accoglienza: Cinema Multisala Massimo - Via Verdi 18
Proiezioni: vedere su http://www.cinemambiente.it/cinemambiente_dove Uffici del Festival: Via Montebello 15 - Torino
Telefono: 011.81.38.860 Fax: 011.81.38.896
Internet: http://www.cinemambiente.it
E-mail: festival@cinemambiente.it
Tariffe: tutte le proiezioni sono ad ingresso gratuito fino ad esaurimento posti.
Periodo: dall'11 al 16 ottobre 2007




Stop & Go

Stop & Go La Fondazione Sandretto Re Rebaudengo rafforza il suo impegno ad aprire le porte di una importante collezione internazionale presentando dal 23 ottobre 2007 al 6 gennaio 2008 nella sede di Via Modane 16 a Torino: STOP & GO. Nuovi Video della Collezione Sandretto Re Rebaudengo, le più recenti acquisizioni di video provenienti dalla Collezione Sandretto Re Rebaudengo.
Dopo l'esposizione nel 2005 di una parte considerevole della Collezione per celebrare i dieci anni della Fondazione, la nuova rassegna di video è l'occasione per mostrare come la Collezione si stia sviluppando, in che direzione stia andando e per aggiornare il pubblico su quale sia il ruolo del video in questi ultimi anni all'interno di un significativo corpus di opere, considerato ormai una traccia fondamentale della storia dell'arte contemporanea.
In STOP & GO. Nuovi Video della Collezione Sandretto Re Rebaudengo, a cura di Francesco Bonami, la Fondazione invita a scoprire una selezione di opere di artisti italiani e stranieri, tra i più interessanti della scena del momento.
Una scelta centrata sul movimento e sullo spazio, da quelli mentali di Zinedine Zidane nel video di Douglas Gordon e Philippe Parreno a quelli creati dal corpo della danzatrice Trincia Brown nell'ipnotico film di Babette Mangolte. Una sezione speciale è dedicata alla trilogia di viaggio di Marine Hugonnier coprodotta dal Philadelphia Museum of Art (dove è stata presentata da aprile a luglio 2007), dalla Fondazione Sandretto Re Rebaudengo e dalla Kunsthalle di Berna (dove verrà presentata da ottobre a dicembre 2007).


Informazioni
Dove: Fondazione Sandretto Re Rebaudengo - Via Modane 16, Torino
Telefono: 011.379.76.00
Fax: 011.379.76.01
Internet: http://www.fondsrr.org
E-mail: info@fondsrr.org
Orario: da martedì a domenica dalle ore 12.00 alle ore 20.00; giovedì dalle ore 12.00 alle ore 23.00; lunedì chiuso
Tariffe: € 5,00 intero, € 4 gruppi (minimo 10 persone); € 3,00 ridotto (studenti, maggiori di 65 anni); gratuito il giovedì dalle ore 20.00 alle ore 23.00
Periodo: dal 23 ottobre al 6 gennaio 2008