Ciao [NAME]! Questa è la Newsletter di Gennaio 2006

Un augurio di buon anno nuovo ed un grande saluto a tutti gli amici di VisitaTorino!

Mancano ormai pochi giorni a capodanno e il comune di Torino ha organizzato una grande festa di fine anno nella nuova piazza San Carlo, finalmente restituita alla città dopo i lavori di costruzione di un parcheggio sotterraneo.
Riportiamo in questa newsletter il programma completo della festa, ricordando che tutte le iniziative sono completamente gratuite e rappresentano un'ottima occasione per cittadini, turisti e visitatori di passare un capodanno originale in piazza con la compagnia di comici e cantanti famosi.

Per l'arte segnaliamo che il 13 gennaio 2006 si inaugura alla Pinacoteca Giovanni e Marella Agnelli al Lingotto la mostra "Paesaggio e veduta da Poussin a Canaletto", una serie di dipinti provenienti da Palazzo Barberini.

Dopo diciassette anni di chiusura per lavori, il 23 dicembre si sono aperte ai visitatori le sale di Palazzo Madama, e dunque un'opportunità da non perdere per ammirare gli interni di questo palazzo che ha segnato la storia di Torino e d'Italia.
L'apertura al pubblico di Palazzo Madama continuerà solamente fino al 15 gennaio 2006 dopodichè vi sarà la chiusura prima dell'inizio dei Giochi Olimpici.

Dal 20 gennaio al 30 giugno 2006 il museo Egizio di Torino propone un riallestimento scenografico firmato da Dante Ferretti, che illustrerà con due mostre il tema della vita quotidiana e le grandi statue dei faraoni.

Concludiamo il sommario della newsletter con una notizia di teatro: il 17 gennaio 2006 si apre il sipario sul nuovo anno del Teatro Regio con un appuntamento imperdibile: in scena il nuovo allestimento di Manon Lescaut con la regia di uno dei più famosi artisti del mondo del cinema, Jean Reno.


Capodanno a cinque cerchi

La cantante Laura Pausini La sera del trentun dicembre in piazza San Carlo si terrà la festa di fine anno che comincerà alle ore 21.45 con la presentazione ufficiale di Cesare Vodani, direttore artistico della manifestazione, per poi proseguire con i saluti dei V.I.T. (Very Important Turineis), una spassosa proiezione di video comici sui torinesi e le olimpiadi curati dalla compagnia teatrale Ciau Bale; a seguire l'esibizione del comico cantautore Marco Carena e quella della Scuola di Circo Flic, che presenterà uno spettacolo di intrecci tra musica , manipolazioni di oggetti infuocati, danze aeree e acrobazie.

Alle 22.25 inizierà il concerto di Laura Pausini, a cui seguiranno i saluti di fine anno del sindaco della città Sergio Chiamparino e la danza comica "Aka portafioca": una coreografia propiziatoria in stile All Blacks (la famosa nazionale neozelandese di Rugby) per portare la neve sulle montagne olimpiche.

mezzanotte vi sarà il brindisi con il sindaco, Laura Pausini e tutti gli artisti della festa, con la colonna sonora per l'ingresso nel nuovo anno del deejay Paolone Aka.

A mezzanotte e un quarto seguirà a raffica la proiezione di altri video comici, gli interventi divertenti di Gianpiero Perone ed il concerto dell'Orchestra Arturo Piazza.
Dalle due in avanti si balla con la musica dal mondo di Paolone Aka; alle due e trenta sarà la volta dei Persiana Jones con la musica Ska, in concerto fino alle 3.45 quando si darà inizio alle nuove danze proposte da un gruppo di deejay dal titolo "Balla che ti scaldi".

Concluderà la serata, alle ore 4.30, il concerto per pianoforte e soprano di Annamaria Quercia e Paola Belletti.




Mostra "Paesaggio e veduta da Poussin a Canaletto"

Dipinto del Canaletto Alla Pinacoteca Giovanni e Marella Agnelli di Torino, il 13 gennaio si inaugura la mostra dal titolo "Paesaggio e veduta da Poussin a Canaletto", che presenta una serie di 65 dipinti di paesaggio del XVII e XVIII secolo, provenienti dalle collezioni di Palazzo Barberini-Galleria Nazionale d'Arte Antica.

Il tema della mostra è stato identificato per proporre al pubblico un approfondimento di uno dei nuclei più significativi della collezione permanente della Pinacoteca, che conta sei dipinti di Canaletto e due di Bellotto, e opere degli artisti Van Bloemen, Cerquozzi, Dughet, Guardi, Guercino, Panini, Poussin, Hubert Robert e Van Wittel.

Il percorso espositivo tratteggia la storia della pittura di paesaggio - nata a Roma come genere autonomo alla fine del Cinquecento - e delinea l'evoluzione delle diverse tipologie di paesaggio, nel periodo in cui si ottennero risultati di notevole qualità ed espressività, attraverso cinque sezioni: paesaggio classico, paesaggio e vita quotidiana, paesaggio pittoresco e romantico, paesaggio di rovina e veduta.

La mostra, nata da un accordo tra la Pinacoteca Giovanni e Marella Agnelli e la Soprintendenza Speciale al Polo Museale Romano, e curata dalla Direzione di Palazzo Barberini, rappresenta l'evento più rilevante tra quelli prodotti da Fiat per le Olimpiadi della Cultura, organizzate in concomitanza con i Giochi Olimpici Invernali Torino 2006.


Informazioni
Dove: Pinacoteca Giovanni e Marella Agnelli - Via Nizza 230, 10126 Torino
Telefono: 011.006.27.13
Fax: 011.006.27.12
Internet: http://www.pinacoteca-agnelli.it
E-mail: segreteria.pinacoteca@fiatgroup.com
Orario: da martedì a domenica dalle 10.00 alle 19.00; lunedì chiuso
Periodo: dal 13 gennaio 2006 al 14 maggio 2006
Tariffe: biglietto intero 6 € biglietto ridotto gruppi 5 € biglietto ridotto scuole 4 €.




Riapertura di Palazzo Madama

Dopo diciassette anni di chiusura per lavori di restauro, il 23 dicembre 2005 è stato riaperto ai visitatori Palazzo Madama.

Una riapertura fugace per consentire al pubblico di visitare gli spazi rinnovati di uno dei monumenti più importanti della città, che verranno però nuovamente celati il 15 gennaio, prima dell'inizio dei Giochi Olimpici.

Ogni giorno dalle ore 10.00 alle 19.00 si potranno visitare gli interni seguendo un percorso che comincia idealmente dall'area dell'antica corte medioevale con le testimonianze dei primi secoli di vita del palazzo, i resti della strada romana e le trasformazioni trecentesche, fino all'ampliamento voluto da Ludovico d'Acaja nel primo quattrocento.

Una nuova scala ed un nuovo ascensore nella torre est conducono al Piano Nobile, dove si snodano gli appartamenti della seconda Madama Reale, Maria Giovanna Battista di Savoia-Nemours.
Le stanze, trasformate e ridecorate tra la fine del seicento e l'inizio del settecento, sono tornate a splendere attraverso la preziosa trama di stucchi, affreschi e arredi intagliati e dorati riemersi da un lungo e paziente lavoro di restauro.

In quelle di più alta rappresentanza - Camera di Madama Reale, Quattro Stagioni, Sala Feste e Sala Guidobono - è allestita una parte della quadreria del Museo Civico d'Arte Antica, che ospita una cinquantina di opere di importanti artisti piemontesi e italiani, tra cui Jan Miel, Giovanni Battista Crosato, Giacomo Ceruti, Agostino Masucci, Giovanni Paolo Pannini, Sebastiano Conca, Vittorio Amedeo Cignaroli.

Dal 16 gennaio Palazzo Madama diverrà sede di rappresentanza del Comitato Olimpico Internazionale; successivamente prenderanno avvio i nuovi cantieri per l'allestimento del Museo, con il rientro delle collezioni nella loro sede storica, che riaprirà definitivamente al pubblico il 20 ottobre.


Informazioni
Dove: Palazzo Madama - Piazza Castello, 10100 Torino
Telefono: 011.442.99.21
Fax: 011.442.99.13
Sito Internet: http://www.palazzomadamatorino.it
E-mail: palazzomadama@fondazionetorinomusei.it
Orario: tutti i giorni dalle 10.00 alle 19.00
Periodo: dal 23 dicembre 2005 al 15 gennaio 2006
Tariffe: ingresso gratuito.



Riflessi di pietra

Il 20 gennaio 2006 si aprono al Museo Egizio di Torino due mostre dal titolo "Riflessi di pietra" e "La vita quotidiana nell'antico Egitto", che propongono il tema della vita quotidiana e la straordinaria collezione di grandi statue di faraoni, divinità e dignitari dell'antico Egitto.

Le due mostre sono un riallestimento della collezione egizia torinese a cura di Dante Ferretti, e rimarranno aperte fino al 30 giugno 2006.


Informazioni
Dove: Museo Egizio - Via Accademia delle Scienze 6, Torino
Telefono: 011.561.77.76
Fax: 011.562.31.57
Internet: http://www.museoegizio.org
E-mail: info@museitorino.it
Orario: da martedì a domenica dalle 08.30 alle 19.30; lunedì chiuso
Periodo: dal 20 gennaio 2006 al 30 giugno 2006
Tariffe: biglietto intero 6,50 €; biglietto ridotto 3 €.


Manon Lescaut al teatro Regio

L'attore e regista Jean Reno Andata in prima assoluta al Teatro Regio di Torino, Manon Lescaut è il primo grande capolavoro di Giacomo Puccini, un successo tale che gli valse il titolo di successore di Verdi.

L'opera è in scena da martedì 17 gennaio 2006 con interpreti di assoluto rilievo internazionale: per la prima volta nel ruolo di Manon Svetla Vassileva; nei panni di Des Grieux sarà Roberto Alagna.

Per il nuovo allestimento il Teatro gioca una carta esclusiva con un debutto d'eccezione: Jean Reno firmerà la sua prima regia lirica insieme a Didier Flamand, aiuto regista e progettista delle luci, Thierry Flamand scenografo e Christian Gasc, costumista. Dirige il Coro e l'Orchestra del Teatro Regio il maestro Evelino Pidò; maestro del coro è Claudio Marino Moretti.

L'opera Manon Lescaut , spettacolo per le Olimpiadi della Cultura di Torino 2006, andrà in scena per ben quattordici recite dal 17 gennaio al 25 febbraio, e sarà presentato al pubblico da Michele Girardi nel consueto Incontro con l'Opera a ingresso libero che si terrà al teatro Regio nel Foyer del Toro mercoledì 11 gennaio alle ore 17.30.

Il calendario completo delle rappresentazioni operistiche, i prezzi e gli orari sono visibili sul sito del teatro Regio all'indirizzo http://www.teatroregio.torino.it/manon.htm


Informazioni
Dove: Teatro Regio - Piazza Castello 215, 10124 Torino
Telefono: 011.881.55.57
Fax: 011.881.56.01
Internet: http://www.teatroregio.torino.it
E-mail: info@teatroregio.torino.it
Biglietteria: da martedì a venerdì dalle 10.30 alle 18.00; sabato dalle 10.30 alle 16.00
La biglietteria resterà chiusa dal 25 dicembre al 2 gennaio compreso.
Biglietteria elettronica: i biglietti possono anche essere acquistati sui circuiti http://www.ticketone.it, http://www.ticket.it o http://www.charta.it
Periodo: dal 17 gennaio 2006 al 25 febbraio 2006.