Chiesa di San Tommaso

L’attuale chiesa di San Tommaso è il risultato di una riplasmazione ottocentesca di un edificio preesistente: l’intervento ha determinato il mutamento della pianta longitudinale a quella centrale e la perdita della maggior parte delle decorazioni interne.

Chiesa di San Tommasso

Chiesa di San Tommasso

Citata fin dal 1351, l’antica chiesa sorgeva sulla strada che portava alla Porta Marmorea ed ospitava i Padri Minori Osservanti; erano annessi un chiostro ed un convento.

L’edificio è stato oggetto di diversi interventi nel corso degli anni, sino al 1885, quando l’intera zona è oggetto di un progetto di risanamento: l’apertura della Via Diagonale, l’attuale Via Pietro Micca, che permette di collegare piazza Castello con piazza Solferino.

In tale occasione viene proposto l’abbattimento della chiesa, tuttavia nel 1895 Carlo Ceppi è incaricato di progettarne l’arretramento, demolendo un’intera ala e realizzando una nuova facciata.

Il fronte curvato presenta due colonne libere su piedistallo affiancate da lesene; nelle fiancate laterali sono state sistemate, in due nicchie, le statue di San Francesco e Sant’Antonio.

Tramite una breve scalinata si accede all’interno a croce greca, che mantiene la cella campanaria, la zona absidale, la sacrestia e la prima arcata delle navate laterali risalenti alla fine del XVI secolo.

Su quattro pilastri centrali si imposta la cupola su tamburo con aperture ovate. Le decorazioni del 1904 sono opera del pittore Fava.

 
 

Informazioni:
Indirizzo: Via San Tommaso angolo Via Pietro Micca
Telefono: 011544667

Top