Museo e Teatro della Marionetta

Piccolo gioiello nel panorama museale di Torino, raccoglie nelle sale di esposizione annesse al Teatro Gianduja la collezione Lupi di marionette, fondali e arredi creati dalla fine del XVIII secolo all’inizio del XX secolo. Tra le bacheche dedicate alle fiabe, in mezzo agli altri riconosciamo Cenerentola, la Bella Addormentata, Peter Pan, il Pifferaio magico.

Museo e Teatro della Marionetta

Le maschere della commedia dell’arte occhieggiano dalle vetrine. E più avanti, ecco le belve del circo, gli acrobati e i clown. Principi e re vicino a contadini ed operai; dame sedute a tavolino a sorseggiare cioccolata o adagiate sui sontuosi canapè del Teatro Regio. Il castello scozzese dei fantasmi; musicisti e soldati… e, naturalmente, a fare gli onori di casa Gianduja e Giacometta. Un’ampia sezione è dedicata alle opere liriche; un’altra ai mezzi di trasporto: il fiacre, la locomotiva, il primo tram, la Balilla e i romantici tandem; un’altra ancora agli splendidi costumi e accessori. Meraviglia e sorpresa di fronte agli arredi e ai mobili, piccoli capolavori di ebanisteria, e ai fondali dipinti dai maggiori scenografi dell’epoca.

Scendere per una visita nei sotterranei della chiesa di Santa Teresa che, dopo ripetute e profonde ristrutturazioni, accolgono Teatro e Museo in un complesso organico e funzionale, riserva una felicissima sorpresa, ricca di emozioni, meraviglie e poesia. Vi sono esposte centinaia di marionette, dalle più preziose, antiche quasi due secoli, alle più recenti, realizzate nei primi decenni del ‘900.

A muovere i fili e i giochi scenici di questa magica forma teatrale, un’equipe di attori marionettisti e tecnici che danno vita ai delicati meccanismi degli spettacoli realizzati unicamente con marionette, fondali, e arredi antichi esposti nel Museo della Marionetta. La Compagnia ha ereditato e continua a perpetuare la tradizione e la storia dei Lupi, una delle più antiche dinastie marionettistiche d’Italia, le cui origini risalgono ad oltre due secoli fa.

Il suo repertorio attinge i testi tra centinaia di copioni del passato, scritti ancora a pennino, e quelli più recetiti, ispirati alla sensibilità contemporanea.

 
 

Informazioni
Indirizzo: Via Santa Teresa 5 – Torino
Telefono: 011.530.238
Fax: 011.530.238
Sito internet: http://www.museomarionettelupi.com
E-mail:

Top