Museo Nazionale del Cinema

Il museo nazionale del Cinema di Torino nasce nel 1941 da un progetto di Maria Adriana Prolo, collezionista e storica.

Museo Nazionale del Cinema

Museo Nazionale del Cinema

Nel settembre del 1956, dopo essere faticosamente riuscita ad ottenere l’appoggio di enti pubblici e privati, la Prolo vide realizzarsi il suo sogno: il museo aprì i battenti nella sale di palazzo Chiablese, accanto a palazzo Reale, mettendo finalmente a disposizione di studiosi e visitatori le preziose collezioni già da lei raccolte.

Oggi la sede del museo nazionale del Cinema è nella Mole Antonelliana: inaugurato nel luglio 2000, lo spettacolare allestimento dell’architetto François Confino, ha trasformato il monumento simbolo della città in un museo allestito in verticale unico al mondo.

Dal 1953 il museo è membro della Fédération Internationale des Archives du Film (fiaf) e nel 1992 diviene Fondazione grazie al sostegno della Regione Piemonte, del Comune di Torino, della Provincia di Torino, della Cassa di Risparmio di Torino e dell’Associazione Museo Nazionale del Cinema.

Il patrimonio del museo comprende oggi le collezioni costituite dalle raccolte dedicate all’archeologia del cinema (collezione Prolo, collezione Barnes), alla storia della fotografia (apparecchi e accessori, documenti fotografici), alle raccolte di cinema (manifesti e corredi pubblicitari, documenti fotografici, apparecchi e accessori, materiali di scena, raccolta di incisioni e registrazioni sonore) ed una vasta cineteca costituita da più di settemila titoli di film che, appartenenti a diverse cinematografie, ripercorrono la storia del cinema dalle origini ai giorni nostri.

 
 

Informazioni:
Indirizzo: Via Montebello 20 – Torino
Telefono: 011.81.38.560 – 011.81.38.561
Fax: 011 81.25.738
Sito internet: http://www.museocinema.it
E-mail:

Top