Pinacoteca Giovanni e Marella Agnelli

Inaugurata il 22 settembre 2002, è un regalo che Giovanni e Marella Agnelli hanno voluto fare alla città di Torino, affidando una parte della collezione di famiglia ad una fondazione che porta il loro nome e che gestisce le attività della pinacoteca.

La pinacoteca, che ha sede al Lingotto, magnifico esempio di architettura industriale riprogettato dall’architetto Renzo Piano, è ospitata da una struttura sospesa che ricorda vagamente una nave e che è illuminata solo dall’alto, da un tetto di cristallo con alette che filtrano la luce del sole.

Pinacoteca Giovanni e Marella Agnelli

Pinacoteca Giovanni e Marella Agnelli

L’architetto genovese che ha firmato la ristrutturazione del Lingotto, ha battezzato questa sua ultima creatura lo Scrigno, un corpo di acciaio con una superficie di 450 metri quadrati sollevato a 34 metri dalla famosa pista collaudo sul tetto dello stabilimento, in cui sono racchiusi 25 pezzi della collezione privata dell’Avvocato e di sua moglie e che compongono la collezione permanente.

I piani sottostanti della pinacoteca ospitano mostre temporanee e spazi di servizio e fruizione da parte dei visitatori: libreria, centro didattico per l’arte, uffici, biglietteria.

All’interno, tra le varie opere figurano sei splendide tele del Canaletto raffiguranti Venezia ed un Alabardiere del Tiepolo; sette quadri di Matisse, realizzati agli inizi del novecento, con colori mediterranei e luminosi; due opere di Picasso, una del periodo blu e l’altra, l’Uomo appoggiato a un tavolo, del periodo cubista, sono tra i capolavori dell’intera collezione; ancora, un dipinto di Renoir e uno di Manet, che rappresentano l’interesse di Giovanni e Marella Agnelli per l’impressionismo.

La Velocità astratta di Giovanni Balla ed i Lancieri italiani al galoppo di Gino Severini sono invece esempi dell’attenzione per l’arte italiana del primo novecento. Due splendide sculture di danzatrici di Antonio Canova testimoniano l’amore per l’arte e per il bello dei due coniugi.

Con l’apertura della Pinacoteca Giovanni e Marella Agnelli si è anche conclusa la ristrutturazione del Lingotto, trasformato da fabbrica all’avanguardia degli anni trenta, in luogo di cultura e di intrattenimento. All’interno vi sono infatti un Centro Fiere, un Centro Congressi, l’Auditorium per i concerti, gli spazi commerciali dell’8 Gallery, un cinema multisala, uffici per il terziario, due grandi hotel (l’NH Lingotto Tech e l’NH Lingotto) e la Pinacoteca.

 
 

Informazioni:
Indirizzo: via Nizza 230 (ingresso dal Centro Commerciale 8 Gallery) – Torino
Telefono: 011.006.20.08
Fax: 011.006.21.15
Sito internet: http://www.pinacoteca-agnelli.it
E-mail:

Top